Le relazioni in quarantena

Come cambiano le relazioni nella clausura forzata dalla quarantena a seconda delle situazioni sentimentali?

I PICCIONCINI – le relazioni fresche fresche

Rientrano nella categoria tutti coloro che per strane circostanze astrofisiche si ritrovano a vivere 24h insieme anche se sono freschi di fidanzamento.

Hanno accolto il divieto di uscire come un inno alla scoperta dell’altro, soprattutto anatomicamente parlando. Possono dedicarsi giorno e notte ai piaceri della carne e ricercano in rete gli spunti per le nuove posizioni dal momento che hanno ampiamente sperimentato tutte quelle di cui avevano sentito parlare da amici e conoscenti …

Stanno parallelamente mettendo su una videoteca erotica da rispolverare alla fine della quarantena e da distribuire agli amici più intimi come enciclopedia didattica sulla scoperta del piacere.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Escono solo per comprare nuove memorie SD per la videocamera a fianco al letto
  • Sono la categoria più odiata dai Single
  • Dopo una settimana di reclusione sono quelli che se la cavano meglio. Ma per quanto ancora potranno trattenere la cacca?
  • Scrivono solo brevi messaggi ai genitori per rassicurare che stanno bene, anzi benissimo.
  • App più usata: Kamasutra — love position
https://giphy.com/gifs/2cJWZycinIkso”

I SINGLE – le non relazioni

Rientrano nella categoria tutti coloro che non sono impegnati in una relazione a lungo termine o che per cause di forza maggiori vivono da soli la quarantena.

Questi sono i soggetti più a rischio. Hanno accolto la notizia della quarantena con intelligenza, dopo un primo iniziale attimo di sconforto si sono rimboccati le maniche per un viaggio all’interno del sé, da sempre messo in secondo piano da ogni distrazione possibile del quotidiano. Hanno stabilito le loro priorità nella vita e in questi giorni riscoprano i piccoli piaceri di questa esistenza terrena. Cucinano. Solitamente enormi piatti luculliani che poi ammuffiscono in frigorifero o donano ai senzatetto della zona senza farsi beccare in giro dalle volanti. Hanno imparato (maschi e femmine indistintamente) a cucire, a stirare, a giocare alla play, a farsi le sopracciglia, a ruttare intonando l’inno di Mameli, a fare jumping jack, a fare yoga, pilates, meditazione, danza classica, caraibica, flamenco. Tutto, ballano tutto, corrono tra corridoio e cucina come quadrupedi dietro la pallina. Cercano insomma di scaricare le energie come possono quando l’unico vero chiodo fisso che hanno non possono proprio levarselo. E allora giù di jump, squat, impast, frigg, drink please. Alla notizia di Pornhub gratis sono usciti sul balcone in mutande per un flashmob tutto loro e si sono arrapati riconoscendo i propri simili sui balconi del cortile interno.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Escono solo per sbavare su cassier* e farmacist*
  • Sono la categoria più invidiata dalle coppie in crisi
  • Dopo una settimana di reclusione già hanno puntato il vicino/la vicina settantenne. NON lasciateli da sol* in casa con animali domestici
  • Hanno scritto a tutt* gli/le ex. (Anche alle cotte dell’asilo). Nella speranza di tirar su del sexting
  • App più usata: Tinder, come sempre, ma non ti ha mai cagato manco tua cugina di terzo grado per farti ciao e tutto a un tratto piovono match
Fantozzi e la quarantena

#Coronavirus #Quarantena

Posted by Il Socio ACI on Sunday, 15 March 2020

LE COPPIE IN CRISI – le relazioni che anche no

Rientrano nella categoria tutte le coppie che vanno avanti per inerzia da tipo 3 o 4 anni, si erano finalmente decisi a farla finita, ma poi il Coronavirus li ha chiusi in casa insieme per un tempo che sembra infinito.

Si dividono gli spazi di casa in maniera militare: Il divano e la cucina sono miei, lo studio e il bagno tuoi e fortunatamente hanno capito che di tanto in tanto devono ruotare come le colture per non disperdere fertilizzante in giro per casa. Entrambi hanno la fortuna di fare smart working e se non ce l’avessero, la inventerebbero. Si fingono impegnatissimi, anche di sabato e domenica pur di non parlarsi. Si ritrovano a tavola: uno mangia i cereali fitness bio ecofriendly anallergici senza glutine, l’altro biscotti al cioccolato con nutella e spruzzata di panna. Lui si incazza perché la lavatrice copre la voce del telegiornale. Lei gli fa notare che è il ventesimo telegiornale che guardano oggi e sono le 9.15 am. Lui borbotta e “va a farsi la doccia”, le bollette lievitano mentre l’acqua calda rimbalza dal piatto della doccia al vetro e lui seduto sul cesso scorre le foto della commercialista cagna che ha cercato e trovato su Instagram. La sera si trovano nel letto, lei pigiama in pile con conigli, lui mutandina tutt’altro che sexy. Però la solitudine fa paura e lei si avvicina un po’ al suo petto. Lui ha un flash della commercialista e si getta sulla preda, complice l’oscurità. Dopo 3.20 minuti si ricordano perché non andavano a letto da un anno e mezzo. Lui va a fare un’altra doccia. Lei si addormenta cercando di ricordarsi come sia finita in quella situazione.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Escono (separatamente se dio vuole) solo per buttare l’immondizia (10 volte al giorno), fare spesa (3 volte a testa al giorno), andare a fare jogging (2 volte a testa al giorno) e andare in chiesa. Ogni giorno incenerendo un luogo di culto diverso
  • Sono la categoria più commiserata da tutti
  • Dopo una settimana di reclusione vogliono morire, ma riscopriranno l’amore da qui ad aprile?
  • Scrivono agli amici lui, alle amiche lei. Lui anche alla commercialista.
  • App più usata: Instagram
Angry Weight Loss GIF by Bounce - Find & Share on GIPHY

LE COPPIE CHE SI AMANO – le relazioni ad alto contenuto glicemico

Fanno parte della categoria tutte le coppie già rodate che comunque continuano ad amarsi.

Si alzano sorridenti, nonostante tutto, che andrà tutto bene. Si lavano per rispetto dell’altro anche se non andranno da nessuna parte. Si sorridono. Si mettono nelle rispettive postazioni lavoro, ma sotto il tavolo si fanno piedino tutta la mattina. A pranzo lui cucina, lei apparecchia e canticchia. Dopo pranzo sveltina o puntata di Elite a seconda della giornata. 
Lavorano e si sorridono, si sorridono e lavorano; uno fa la spesa, l’altro le pulizie, chiaramente postano testimonianze di TUTTE queste cose per la gioia dei single arrapati e a tratti tristi. Prima di cena seguono insieme la lezione di acroyoga interattivo e poi fanno insieme la doccia sulle note tantriche di Sting. Cenano a lume di candela, raccontandosi le poche cose che ancora non sapevano l’uno dell’altra. “Sai che da piccolo mangiavo la terra? “Ma noooo, anche iooo”. E niente, riescono ad amare anche le loro piccole grandi perversioni. Guardano film impegnatissimi la sera e postano la critica ragionata il giorno dopo scambiandosi commenti pubblici sui social. Fanno l’amore spesso, ma non per foga. Stanno provando ad avere un figlio e lo chiameranno se è maschio Covid, se è femmina Corona.

CARATTERISTICHE TECNICHE

  • Escono solo per comprare i test di gravidanza e cibi afrodisiaci
  • Dopo una settimana va tutto a gonfie vele. lei ce la farà a rimanere incinta prima della quarantena?
  • Scrivono ai genitori in una chat comune in cui mandano foto coi cuori e messaggi di amore universale. Tutte le loro conversazioni sono unidirezionali. Foto loro VS il silenzio di imbarazzo/invidia/odio/disagio.
  • App più usata: My fertility
I Love You Reaction GIF - Find & Share on GIPHY

CARATTERISTICHE TECNICHE VALIDE PER TUTTE LE QUARANTENE SENTIMENTALI:

  • bar chiusi o aperti checcefrega, per alcolizzarci non c’è bisogno di uscire
  • massì che sarà mai una birretta, un amaro, un gin tonic e un whisky invecchiato 15 anni?
  • pausa spuntino alle 10, alle 11.15, alle 12, alle 13 che è quasi pronto. 
    dolcino alle 14, alle 16 caffè, ma un biscotto ce lo metto dai. Alle 17 cracker, salutari. Alle 18 patè d’oliva, capperi, olive taggiasche, alle 19 apericena, alle 20 cena, dai una minestrina e via. Alle 22 però ho fame di nuovo, pop corn? E alle 12 tramezzino della buonanotte. Ringraziate che il dentifricio lo sputo.

Buona quarantena sentimentale a tutti. Il cuore proviamo a salvarlo, per il fegato, ci pensiamo con calma!

Facebooktwitterredditpinterestlinkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.